POZZUOLI– Dopo oltre due ore di gioco, sotto due set a zero, uno spuntato e per larghi tratti spento Rione Terra Volley rimonta ma viene beffato al tie-break dall’Ischia. A pesare nell’economia del match, l’assenza per infortunio di Calabrese e le precarie condizioni fisiche di Vacchiano ed Arzeo, elementi fondamentali, ma zero alibi per i gialloblu: al PalaErrico l’Ischia ha meritato di vincere.

LA CRONACA– Per i flegrei, parsi svogliati nei primi due set, chiusi sotto 20-25 e 17-25, lo spettro di una pesante sconfitta poi c’è stata la reazione d’orgoglio. Il sestetto di coach Cirillo, rivitalizzato, ricambia il “favore” con la stessa moneta (25-17, 25-20) rimettendo tutto in discussione.

TROPPI ERRORI AL TIE BREAK-Il Rione Terra dà la sensazione di poterla sfangare ma al tie break sbaglia troppo. Dalla battuta sono ben 4 i punti regalati, l’Ischia invece dalla sua riprende coraggio e sul 10-15 si chiude un match spettacolare ma dall’epilogo amaro.

Bava Rione Terra Volley Pozzuoli – Ischia Volley 2-3 (20-25; 17-25; 25-17; 25-20; 10-15)