MONTE DI PROCIDA – «Nonna, sta arrivando un corriere espresso per portarmi un pacco. Bisogna dare 1000 euro al fattorino per il computer. Sto ancora in palestra; non riesco ad arrivare in tempo». E’ successo l’altro giorno a Monte di Procida: un’anziana ha ricevuto una simile telefonata da una truffatrice che ha provato a portarle via i soldi. La donna ha finto di essere la nipote, fornendo anche una serie di dettagli per ingannare la malcapitata. I balordi studiano bene, infatti, le proprie vittime, conoscendo movimenti ed abitudini. Alla richiesta eccessiva di denaro l’anziana montese ha avuto qualche dubbio e ha subito allertato la figlia. L’insidia, che ormai sembrava dietro l’angolo, è stata scampata.

IL PRECEDENTE – Non è la prima volta che sul territorio flegreo e nei comuni dell’area a nord di Napoli vengono messe a segno truffe del genere. L’ultima in ordine di tempo ha visto una 80enne di Pozzuoli raggirata da una coppia: circa 7mila euro, tra contanti e gioielli, in cambio di un pacco vuoto. Polizia e carabinieri avvertono la cittadinanza di non fidarsi assolutamente di telefonate da parte di soggetti che chiedono soldi ma di avvertire in ogni caso le forze dell’ordine.