Rifiuti che bloccano l'ingresso alla mensa dei poveri

LICOLA/POZZUOLI – Il parroco della chiesa “San Massimo” di Licola Borgo, come tutte le mattine, anche oggi si è recato presso la parrocchia accanto alla quale sorge la mensa dei poveri, dove quotidianamente viene offerto un pasto caldo a centinaia di bisognosi. Ma oggi purtroppo, anche se era nell’aria, qualcosa non è andato per il verso giusto. Infatti, il grosso cumulo di spazzatura che si stava formando lungo la stradina che conduce alla mensa è arrivato addirittura ad ostruire l’ingresso dell’edificio che ospita i poveri. Una enorme quantità di immondizia che non ha dato la possibilità al sacerdote di aprire il cancello di ingressi alla mensa.

LA PROTESTA – A quel punto, davanti all’assurda quanto imbarazzante situazione, alcuni residenti del posto avrebbero aiutato il parroco a rimuovere i rifiuti permettendo così a Padre Giuseppe Guida e ai volontari della mensa di poter entrare nello stabile e iniziare i preparativi per il pranzo. Ma ad un certo punto la situazione sarebbe degenerata quando alcune persone hanno deciso di riversare la grossa quantità di rifiuti nella stradina che collega piazza san Massimo con via Pozzuoli Giugliano. Cassonetti rovesciati e campane per la raccolta differenziata gettate a centro strada, un “classico” di questi tempi, “modus operandi” adottato con la speranza di ottenere una pulizia immediata della zona. Ma così non è stato, e per l’intera giornata l’immondizia è stata a marcire sotto al sole, bloccando la strada. Che ad un certo punto è stata transennata.

Immondizia davanti al cancello

SITUAZIONE PREOCCUPANTE – Quintali di rifiuti ora giacciono davanti alla mensa, sotto le abitazioni e vicino ad un ufficio postale. La speranza è che quanto prima quell’immondizia venga prelevata, anche per “rispetto” nei confronti di quella grande opera caritatevole che quotidianamente viene portata avanti da padre Giuseppe Guida e dai tanti volontari che sacrificano la propria vita per aiutare chi è in difficoltà.

GENNARO DEL GIUDICE
gennarodelgiudice@cronacaflegrea.it

 

[cronacaflegrea_slideshow]