POZZUOLI – Da Pozzuoli a Napoli per guidare il flash mob delle sardine napoletane. Antonella Cerciello, docente di educazione fisica, è tra i promotori dell’iniziativa “Napoli NonsiLega” che domani farà tappa nel capoluogo campano. La scelta della data non è casuale: domani Matteo Salvini, leader della Lega, inaugurerà una sede del Carroccio all’isola di Elba e poi si sposterà a Firenze per una cena elettorale. Le ‘sardine’ non resteranno, però, a guardare e continueranno a tallonarlo in varie città dopo il lancio del nuovo movimento a Bologna. In un primo momento come location per il flash mob di Napoli era stata scelta piazza del Gesù Nuovo ma per consentire una gestione migliore della manifestazione ci si sposterà a piazza Dante.

“NAPOLI NON SI LEGA” – «Su indicazione della Questura si è deciso di spostare il flash mob – fa sapere la professoressa di Pozzuoli. – Saremo tanti e ci è sembrato opportuno garantire a tutti di poter partecipare. La scelta di cambiare piazza nasce per rispetto alle migliaia di persone che vorranno raggiungerci per aderire all’evento e per garantire la sicurezza di tutti. Ci aspettiamo una grande partecipazione; crediamo fortemente in questo flash mob. Domani sarà allestita un’area per disabili e all’evento prenderà parte anche una banda di bambini». L’appello di Antonella Cerciello è rivolto a tutti ai fini di «costruire un momento storico per la città che da sempre dice no all’odio, all’indifferenza e alle politiche basate sull’esclusione». Il flash mob di domani segue l’evento “6000 sardine” di Bologna organizzato da Giulia, Andrea, Roberto e Mattia per coordinare e promuovere tutti gli eventi sul territorio nazionale. L’appuntamento è per domani alle 19 a Napoli. «Nessuna bandiera politica. Nessuno slogan offensivo. Portate con voi una sardina disegnata o creata come volete», è l’invito rivolto ai partecipanti dagli organizzatori.