QUARTO – Un mese di tempo per rimuovere l’enorme massa di rifiuti scoperti lo scorso novembre in un terreno nella area nord della città. E’ quanto ha stabilito il sindaco Antonio Sabino nei confronti delle due persone ritenute responsabili dell’abbandono di materiale edile e tanto altro.

IL BLITZ – Si tratta di un 78enne di Quarto e di un 45enne del Burkina Faso. L’operazione fu condotta da Guardia di Finanza, Arpac, polizia metropolitana, carabinieri e polizia locale. A destare più scalpore fu quanto rinvenuto all’interno di un capannone, dove accatastati l’uno sull’altro c’erano decine di scatoloni contenenti medicinali in confezioni già aperte. Erano tutti destinati al Paese africano di cui è originario uno dei responsabili individuati, stando a quanto indicato sugli stessi scatoloni. Oltre ai medicinali, c’erano elettrodomestici, biciclette, batteria per veicoli, televisori e centinaia di pneumatici usati. Mentre proseguono le indagini per far luce sul presunto traffico illecito verso l’Africa, sul piano amministrativo il Comune fa ora sentire la propria voce.