BACOLI – Il grido di aiuto della cittadinanza parte da Bacoli e raggiunge le stanze di Palazzo Matteotti. L’altra mattina Nello Savoia, esponente di Fratelli d’Italia, ha chiesto alla Città Metropolitana di procedere quanto prima per la riapertura totale di via Terme Romane. Il timore dei residenti del paese flegreo è ripercorrere quanto già avvenuto con via Epitaffio. «La nostra sfortunata città, senza sindaco, sballottata da un commissario ad un altro, per totale incompetenza delle ultime due amministrazioni, resta anche senza strade – tuona Savoia – . Non che prima ci fossero strade agevoli e senza intoppi, ma da qualche settimana, muoverci a Bacoli è diventato impossibile». Il riferimento del politico è a via Ottaviano Augusto, alla zona ‘Mazzone’, alla Sella di Baia chiusa alla circolazione per il crollo di pietre da una palazzina, ad Arco Felice vecchia.

L’APPELLO – «Sembra incredibile ma è tutto reale ed assurdo disagio per chi vive o si muove per le strade di Bacoli. Code infinite, traffico, ritardi, stress, tutto questo è Bacoli. E rabbrividisco al pensiero delle ambulanze che devono raggiungere in breve un ospedale – continua Savoia – . Chiedo al commissario prefettizio un po’ di pugno duro su questa situazione».