l'area occupata dai rom a Lago Patria

BACOLI – “Un campo rom a Cuma”. E’ questa la voce che sta circolando da giorni a Bacoli, destando forte preoccupazione tra i residenti. Una notizia che però non trova alcun fondamento di verità, smentita categoricamente ieri mattina dallo stesso Sindaco di Bacoli Ermanno Schiano che ha voluto allontanare ogni dubbio in merito alla questione  «Ci troviamo di fronte a una notizia del tutto infondata. Mai ho ricevuto comunicazioni nè richieste in merito. Ma comunque non c’è alcuna intenzione di stipulare accordi in riguardo. In quella zona ci sono dei container i cui occupanti a breve si sposteranno in appartamenti assegnati a loro nei 101 alloggi. Dopodichè, al termine delle operazioni di trasloco, quelle strutture saranno rimosse». Queste le parole del primo cittadino che ha voluto dunque allontanare ogni dubbio in merito alla realizzazione di un campo rom nella zona di Cuma.

Il sindaco Ermanno Schiano

PSICOSI INFONDATA –  Un intervento arrivato dopo che nei giorni scorsi le voci in città si erano fatte particolarmente insistenti spingendo addirittura numerosi cittadini a telefonare e a recarsi di persona in comune per chiedere spiegazioni proprio al sindaco di Bacoli. a destare preoccupazione, è la situazione del campo rom di Giugliano, dove oltre 500 persone nelle settimane scorse si trasferirono a Lago Patria, occupando un’area a ridosso dello svincolo della SS7 Quater. Insediamento che provocò duro proteste da parte dei residenti della zona che diedero vita a sit-in e cortei per dire “no” alla realizzazione di un campo rom nella zona. che dopo giorni di caos lasciarono l’area per recarsi nuovamente nel giuglianese, dove in un’area nei pressi della circumvallazione esterna hanno allestito un nuovo provvisorio insediamento.