Il tratto di via Montegrillo dove è avvenuta la frana

BACOLI – In fase di ultimazione i lavori di messa in sicurezza per la prossima  apertura del tratto stradale di via Montegrillo. Qui, lo scorso 22 gennaio, crollò un costone della collina di Punta Epitaffio, da allora la strada è rimasta chiusa. Per venerdì 28 febbraio il sindaco di Bacoli, Ermanno Schiano, in un post sulla sua pagina Facebook, annuncia «un sopralluogo con i tecnici della Provincia, con la Soprintendenza ai Beni Archeologici per valutare i lavori effettuati e lo stato di friabilità dei reperti archeologici. Il tutto propedeutico alla riapertura dell’asse viario». In molti si sono rallegrati per la vicina riapertura di un asse viario fondamentale che collega Bacoli a Pozzuoli.

I LAVORI REALIZZATI – Gli interventi hanno riguardato il consolidamento della parte interessata al crollo, con il montaggio di una rete protettiva sul costone interno; e la verifica dello stato dei resti romani presenti sulla facciata, pertinenti ad una villa tardorepubblicana, situati al di sopra della rete attualmente esistente, con eventuale montaggio di una “camicia protettiva”. In questo caso, gli interventi sono stati condotti da rocciatori esperti per  evidenziare l’integrità delle emergenze archeologiche. I lavori realizzati dalla Provincia di Napoli che ha messo in atto una procedura di somma urgenza.