BACOLI – «Ci sono state inviate alcune immagini della spiaggia dello Schiacchetiello di Baia durante la giornata di sabato. Lo specchio d’acqua immediatamente antistante l’arena è stato letteralmente invaso da decine di natanti che, senza alcun rispetto delle disposizioni della Capitaneria di Porto di Napoli, hanno ormeggiato a pochi metri dalla costa. Il problema è comune alle altre spiagge del litorale. Fenomeni simili si sono verificati anche a Lucrino e altrove. Ricordiamo che in base all’ordinanza 61/2013 la zona di mare per una distanza di 300 metri dalle spiagge e 200 metri dalle coste alte o a picco sul mare, a meno di di interdizione per pericolo di crolli o di concessione demaniale marittima abbia destinato lo specchio all’ormeggio delle imbarcazioni, è prioritariamente destinata alla balneazione». Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli. «Questa abitudine rappresenta un pericolo per i bagnanti che rischiano di finire investiti. Abbiamo inviato una nota alla Capitaneria di Porto per chiedere di intensificare i controlli a ridosso delle spiagge durante la parte restante della stagione estiva, con particolare attenzione al weekend quando il nostro mare si riempie di imbarcazioni da diporto».