BACOLI – Oltre cento le buste di mucillagine riempite questa mattina con il supporto di barche e retini. A Bacoli si stanno rimuovendo in queste ore le alghe putrefatte presenti lungo i bordi del lago Fusaro, causa di cattivi odori e forti disagi per la popolazione. A rassicurare i cittadini ci ha pensato il sindaco Josi Gerardo Della Ragione: «Così come nei giorni scorsi, dando seguito alle preoccupate segnalazioni dei cittadini, abbiamo allertato forze dell’ordine ed autorità sanitarie affinché svolgessero opere di controllo e monitoraggio del fenomeno. Allo stesso tempo, però, non possiamo abbassare la guardia sulla problematica inquinamento. Una piaga che, senza inutili giri di parole, svilisce da decenni uno dei patrimoni paesaggistici, storici e naturalistici più importanti di Bacoli e dei Campi Flegrei».

I CONTROLLI – Da qui la decisione dell’amministrazione comunale di accelerare sia i lavori per la pulizia delle foci (completamente otturate) del lago Fusaro che quelli per il potenziamento e la manutenzione ordinaria della rete fognaria comunale. L’idea è avviare controlli capillari contro gli sversamenti illegali di liquami da parte di privati «per riconquistare la normalità perduta ma, soprattutto, per proiettare la città verso un turismo sostenibile che crei vera ricchezza per tutti», conclude il capo dell’esecutivo.