Un'operazione di controllo della Capitaneria di Porto

BACOLI – Continuano senza sosta le attività di controllo della Guardia Costiera sui litorali del territorio bacolese. Nel tardo pomeriggio di ieri, infatti, gli uomini della Capitaneria di Porto di Baia, coordinati dal Comandante Visone, hanno posto sotto sequestro del materiale abusivo che occupava un tratto di spiaggia libera sul litorale di Miseno, zona “La Dragonara”. Si tratta di panche in legno, 11 tavolini e un barbecue; il materiale è stato trasportato presso le sedi della Capitaneria che ha avviato un procedimento di denuncia contro ignoti, dato che anche in seguito a un lungo appostamento, non si è avuta traccia del responsabile dell’abuso.
MULTE AD UN LIDO PRIVATO – Ancora sul litorale di Miseno, in direzione Miliscola, il proprietario di uno stabilimento balneare è stato pesantemente sanzionato per difformità all’ordinanza comunale sulle norme di delimitazione degli spazi delle concessioni. Tale ordinanza prevede che le apposite recinzioni non debbano superare 1,20 m. di altezza e devono essere costituite da materiale coerente con il contesto ambientale (legno, corda). Nel caso in questione invece, dette delimitazioni si presentavano in alte reti in metallo; intemperanza che è costata allo stabilimento un verbale di oltre 1.000 euro.
CONTINUANO I CONTROLLI – Resta, dunque, alto il livello d’attenzione rispetto non solo alle normative sulla sicurezza, ma anche quelle sulla tutela ambientale e dei beni demaniali, coerentemente alle attività svolte in questo periodo su tutti i litorali della penisola, da parte della Guardia Costiera.  E anche allo scopo di prevenire comportamenti difformi a tali norme, gli uomini della Capitaneria di Porto di Baia avvisano la cittadinanza che sarà fortemente intensificata la presenza del personale sia in mare che sui litorali del territorio, proprio in vista di Ferragosto.

MANUELA  CUCCURESE