la Tenenza dei Carabinieri di Quarto

QUARTO – Scene da film d’azione, con finale thrilling. “Se li sono cantati” si dice in gergo. Arrestati dopo aver rubato un’auto, fanno arrestare altri ladri. Una task force di militari, composta dai carabinieri delle tenenza di Quarto e Pianura, del nucleo radiomobile di Napoli e della compagnia speciale del gruppo carabinieri del capoluogo partenopeo hanno arrestato nella notte tra martedì e mercoledì 5 persone.

I NOMI DEGLI ARRESTATI – Per “furto aggravato” sono finiti in manette F. C., 25 anni, N. R., 28 anni, residente a Pozzuoli e G. M. G., 27 anni, tutti già noti alle forze dell’ordine. Mentre sono stati  sottoposto a “fermo per rapina aggravata” un 27enne e un 18enne, anche loro tutti già noti alle forze dell’ordine.

LA VICENDA – A Quarto un 27enne di Pozzuoli notava nella notte 2 persone a bordo di una Peugeot 206 che gli stavano rubando la sua Alfa 147. I due ladri stavano spingendo da dietro la sua vettura, in maniera tale da allontanarla per poi metterla in moto successivamente. A quel punto l’uomo, vedendo che i ladri stavano rubando la sua vettura, telefonava al 112 che in pochi minuti, dopo la segnalazione del furto, si mettevano sulle tracce della 147.  I carabinieri avviavano così le ricerche. I militari riuscivano a rintracciare e bloccare, dopo un breve inseguimento, la Peugeot 206 con a bordo F. C. e N. R. lungo via montagna spaccata, nella zona di Pianura. Fermati, i 2 venivano sottoposti a perquisizione dai carabinieri che gli trovavano addosso il portafogli del 27enne di Pozzuoli, lasciato nel cruscotto dell’auto rubata.

In tutto 5 le persone arrestate dai militari

ARRESTATI, FANNO ARRESTARE IL COMPLICE – Su indicazione dei 2 , i militari dell’arma successivamente  rintracciavano e bloccavano nei pressi della Villa Comunale di Quarto il terzo ladro, G. M. G., che veniva trovato in possesso dell’alfa 147 rubata poco prima. Dopo aver messo le manette ai polsi del ladro, il veicolo veniva restituito al legittimo proprietario.

POI DENUNCIANO 2  RAPINATORI – Ma non finiva qui.  I 3 arrestati, nel tentativo di attenuare la loro posizione giuridica, spontaneamente riferivano ai militari dell’arma utili spunti investigativi in relazione ad una rapina di un’autovettura Smart “for two” consumata nel pomeriggio da 2 giovani (R. M.e A. M. sempre a Quarto, ai danni di una 25enne di Giugliano. Dove i due, in sella ad uno scooter ed armati di pistola avevano avvicinato la donna mentre era alla guida della Smart e con minaccia l’avevano costretta a consegnare l’auto. Raccolte le indicazione dai tre, i militari dell’arma con successivi controlli incrociati con la banca dati delle forze dell’ordine hanno identificato e bloccati nelle loro abitazioni i due rapinatori. Rinvenendo proprio nei pressi dell’abitazione di A.M. la Smart rapinata alla donna il pomeriggio prima.

IN TOTALE 5 ARRESTI – I 2 fermati, venivano formalmente riconosciuti di persona dalla vittima della rapina, alla quale veniva poi consegnata la vettura. In tutto, 5 persone arrestate che ora sono in attesa del processo per direttissima

GENNARO DEL GIUDICE
gennarodelgiudice@cronacaflegrea.it