Treno della linea Circumflegrea

CAMPI FLEGREI – Non trova pace il consorzio Eav, di cui fanno parte le linee ferrate di Cumana e Circumflegrea. Per il prossimo anno sarebbero previsti tagli a stazioni e a corse delle due linee che collegano soprattutto i Campi Flegrei con Napoli.

 

L’APPELLO DEL PRESIDENTE EAV – Ad annunciare i possibili, ed inevitabili tagli, il commissario di Governo Eav Pietro Voci, che durante una riunione con i sindacati ha affermato:  «Mi aspetto dalla Regione 15 milioni di euro in più all’anno, altrimenti sarò costretto a ridurre i servizi». Il contendere è sul 10% del budget annuo messo a disposizione da Palazzo Santa Lucia, la Regione mette sul piatto 152 milioni di euro e l’Eav ne chiede 167, 15 milioni vitali per tenere attivi alcuni importanti servizi. Il differenziale tra il budget messo a disposizione dalla Regione Campania e la richiesta dell’Eav dovrebbe trasformarsi in tagli che per i Campi Flegrei riguarderebbero le linee Circumflgrea e Cumana.

 

TAGLI ALLA CIRCUMFLEGREA – La scure dei tagli per i Campi Flegrei dovrebbe riguardare soprattutto la linea Circumflegrea (ma anche la Cumana potrebbe essere soggetta a variazioni restrittive), fino ad oggi più protetta dai tagli. La linea Licola – Montesanto, potrebbe essere dunque vittima di drastici piani di revisioni con le stazioni, meno frequentate, chiuse e le corse ridotte. Nulla di certo per ora ma in mancanza di un accordo tra Regione Campania ed Eav i disagi saranno pagati ancora una volta dagli utenti. La linea Circumflegrea collega zone di Napoli e dei Campi Flegrei non raggiunti dalla metropolitana. La possibile soppressione di stazioni o la riduzione delle corse creerebbero disagi enormi ai pendolari che quotidianamente usano la linea ferrata della Sepsa per raggiungere luoghi di studio, lavoro e svago.