POZZUOLI – Una lunga vicenda giudiziaria che terminerà il 28 gennaio 2021 con la sentenza da parte del Tribunale di Napoli che si pronuncerà sulla tragedia della Solfatara, costata la vita a madre, padre e figlioletto. Il processo vede imputati il legale rappresentante, altri cinque soci e la “Vulcano Solfatara srl”, la società che gestiva il vulcano dove il 12 settembre 2017 i coniugi veneziani di Meolo Massimiliano Carrer e Tiziana Zaramella e il loro figlioletto Lorenzo persero tragicamente la vita durante una visita turistica. Lo ha reso noto il giudice del Tribunale di Napoli Egle Pilla, al termine dell’udienza di oggi nel corso della quale le difese degli imputati, che erano tutti presenti in aula, hanno ultimato le loro arringhe. Il giudice ha stabilito le ultime due date: l’11 gennaio udienza per le repliche dei due sostituti procuratori di Napoli titolari del fascicolo, Anna Frasca e Giuliana Giuliano, e il 28 gennaio l’udienza finale per le eventuali contro-repliche dei difensori e, appunto, per la lettura della sentenza.