POZZUOLI – Durante l’infanzia è fondamentale applicare determinati approcci educativi, che stimolano alla coesione, al gruppo, e alle relazioni intime primarie. La rappresentazione finale della Scuola dell’Infanzia, Plesso Statale dell’IC 5° Artiaco di Pozzuoli – avente come Dirigente Scolastico il professore Diego Rije – ha messo al centro l’educazione sia musicale, che canora. L’evento è stato presentato presso il “Teatro PIO XII”, mentre il progetto, portato avanti dalla compagnia teatrale “Cavoli a merenda”, fa sì che i bambini abbiano un primo approccio al ritmo e alla musica. Alla kermesse conclusiva era presente, inoltre, l’Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Pozzuoli, la professoressa Anna Maria Attore.

L’INSEGNAMENTO – La riscoperta dei suoni e delle piccole cose del quotidiano diventano gli ingredienti, per un progetto accurato e sperimentale. Infatti, gli scolari hanno prima ascoltato brani classici, e poi, successivamente, hanno elaborato armonie e composizioni minori con le parti del corpo e con gli strumenti a disposizione. Lo spettacolo è stato messo in atto dai fanciulli riuniti come un vero e proprio gruppo musicale, che ha prodotto con la voce e il ritmo la struttura di una fiaba, riproducendo atti teatrali. Il “fare musica” è fondamentale fin da piccoli, difatti, gli scolari possono essere smossi da una passione interiore, e proseguire in futuro. La collaborazione delle insegnanti è il fulcro su cui ruota l’intero progetto educativo, quindi, un plauso enorme va alle maestre che, con tenacia, hanno saputo fare il loro compito di «educatrici» del mondo della prima giovinezza.