VARCATURO – I carabinieri della stazione di Varcaturo, insieme ai forestali della stazione di Pozzuoli hanno denunciato per gestione di rifiuti non autorizzata un imprenditore 45enne della provincia di caserta, titolare di un’azienda zootecnica bufalina situata nella zona costiera della città. Senza utilizzare vasche o reti di contenimento ha permesso che liquami e letame degli animali fosse versato sul suolo nudo e raggiungesse le acque superficiali circostanti. L’azienda, estesa su una superficie di circa 3500 mq contenente un allevamento di circa 100 capi di bestiame, sorge a ridosso del lago patria: lo sversamento è stato notato grazie ai controlli fatti dall’alto da un velivolo del 7° nucleo elicotteri di Pontecagnano. L’intera attività è stata sequestrata.