POZZUOLI – Spiagge libere off-limits a Pozzuoli: è polemica. Sotto la lente l’ordinanza numero 103 del 28 maggio firmata dal sindaco Enzo Figliolia. Il provvedimento dispone, a partire da oggi e fino al 31 ottobre, “il divieto alla presenza in maniera stabile per l’attività elioterapica o di esposizione al sole in maniera stanziale di persone fisiche su tutte le spiagge libere ed il tratto di costa di competenza del litorale del Comune di Pozzuoli“. La misura, volta a tutelare la salute pubblica e ad evitare nuovi casi di Covid-19 in città, non è andata giù a tanti. A scatenare il tourbillon di polemiche è soprattutto il periodo di validità del provvedimento. «I nostri bambini hanno bisogno di andare a mare. In questa pandemia c’è chi non ha avuto alcun aiuto economico e non può certo permettersi un lido privato», è uno dei tanti commenti. E poi ancora: «Chi non ha le possibilità economiche, si vedrà negato il diritto sacrosanto di andare al mare. Il mare deve restare accessibile a tutti».

LE RASSICURAZIONI DEL SINDACO – Non passa molto tempo dalla replica del primo cittadino che prova a placare gli animi, rassicurando la comunità locale sul fatto che già dalla prossima settimana l’accesso alle spiagge libere potrebbe essere regolamentato. «Sto lavorando, con giunta, Consiglio e tecnici per consentire a tutti di andare al mare. Riapriremo le spiagge libere, ma dobbiamo farlo in sicurezza. Oggi non ci sono le condizioni, secondo quanto indicato dalle linee guida della Regione, pubblicate meno di una settimana fa. Abbiamo dovuto attendere le definizioni delle linee guida regionali per poter intervenire. Siamo in emergenza e nessuno poteva prevenire nulla di tutto questo, né i modi, né i tempi – spiega il sindaco Vincenzo Figliolia – . Siamo già al lavoro per garantire dalla prossima settimana l’accesso regolamentato. Le attività di balneazione dei lidi potranno essere svolte solo se garantite tutte le prescrizioni necessarie per il contenimento del contagio da Covid-19, con le dovute misure di distanziamento sociale. Sarà possibile quanto prima accedere in spiaggia in tutta sicurezza, ma nel pieno rispetto delle norme anticontagio».