BACOLIQuesta è la scuola per cui è stato speso un finanziamento di 1.000.000 di euro. Questa è la scuola inaugurata in pompa magna con politici fantocci ed ex ministri stellati. Questa è la scuola aperta da appena due mesi, dove ad oggi i genitori hanno riscontrato: perdite ed infiltrazioni nella maggior parte degli infissi; una palestra interdetta a causa di una intera parete con una grossa infiltrazione; perdite nei bagni dell’infanzia dove sono stati riscontrati vecchi tubi di dubbia sicurezza (probabile amianto); un piano superiore senza internet che non consente ad eventuali alunni fragili la didattica a distanza e fogli di carta attaccati alle finestre al posto delle tende». In una nota scritta il consigliere comunale Nello Savoia punta il dito contro le condizioni in cui versa la scuola di Baia.

LA RICHIESTA – L’esponente di Fratelli d’Italia ha anche inviato pec ufficiali a tutti gli organi di competenza. «I fondi erano già stati reperiti dalle precedenti amministrazioni, avrebbero dovuto solo assicurarsi che i lavori fossero eseguiti ad opera d’arte e neanche in questo sono stati capaci. Ringrazio il dirigente scolastico Francesco Gentile per aver segnalato da tempo ogni cosa al Comune di Bacoli», continua Savoia che rivolge un appello agli enti preposti affinché in queste due settimane di festa si provveda al ripristino di tutte le scuole di Bacoli.