MONTE DI PROCIDA – Un furto di energia elettrica da 40mila euro che andava avanti da cinque anni. E’ quanto hanno scoperto i carabinieri che nella mattinata di ieri hanno denunciato una 45enne, titolare di un ristorante di via Panoramica. La donna è stata incastrata dai militari della stazione di Monte di Procida -diretti dal maresciallo Luigi Carannante- al termine di indagini condotte insieme al gruppo verificatori di “E-distribuzione Spa”, nate in seguito al monitoraggio dei consumi che erano calati vertiginosamente negli ultimi cinque anni e che risultavano inferiori rispetto alla portata dell’attività commerciale.

L’ESCAMOTAGE – Nel locale i militari e i tecnici hanno trovato una doppia alimentazione di energia elettrica che veniva azionata a seconda dei casi: una regolarmente misurata dal contatore, l’altra che avveniva attraverso un cavo allacciato alla rete pubblica. L’escamotage aveva permesso alla donna di ricevere fatture per consumi pari a quelli di una normale abitazione. Il furto accertato ammonta a circa quarantamila euro.