La visita del sottosegretario Bocci al Rione Terra
La visita del sottosegretario Bocci al Rione Terra

POZZUOLI – Il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia ha incontrato questa mattina al Rione Terra il sottosegretario dell’Interno Gianpiero Bocci, in visita istituzionale assieme al parlamentare del Pd ed ex ministro della Pubblica Istruzione Giuseppe Fioroni. L’esponente del governo Renzi ha visitato la Cattedrale appena riaperta, il percorso archeologico e la parte del Rione Terra ancora in cantiere. «La visita del sottosegretario dell’Interno è stata importante per due motivi – ha sottolineato il sindaco Figliolia – Da un lato, perché un rappresentante del governo ha potuto prendere visione di quello che stiamo facendo al Rione Terra e di quanto ancora resta da fare, all’indomani della riapertura della Cattedrale. L’impegno del governo, oltre a quello della Regione Campania e delle altre istituzioni interessate, è infatti fondamentale per il recupero completo dell’antica rocca. Dall’altro lato, al sottosegretario Bocci abbiamo potuto esporre i grandi progetti e i finanziamenti che interesseranno Pozzuoli da qui agli anni a seguire e quindi l’importanza di avere al fianco il Ministero dell’Interno nel monitorare i grandi appalti pubblici e garantire la legalità sul territorio».

 

PROBLEMA TAGLI – Nel corso dell’incontro si è inoltre discusso del momento difficile che stanno attraversando gli enti locali a causa dei tagli dei trasferimenti erariali e delle problematiche connesse al forte incremento della disoccupazione, soprattutto nel Meridione. Il sottosegretario Gianpiero Bocci ha seguito con molto interesse la visita al Rione Terra, apprezzando il restauro della Cattedrale, la straordinaria bellezza del percorso archeologico e il progetto complessivo di recupero del borgo puteolano. «Questo luogo racchiude una risorsa incredibile e l’amministrazione comunale sta lavorando bene per valorizzarla – ha detto Gianpiero Bocci – Di fronte ad un prospettiva così importante di sviluppo il governo non può rimanere indifferente».

 

LE FOTO

[cronacaflegrea_slideshow]