LICOLA – Sospiro di sollievo per i bagnanti di Licola Mare. Questa mattina il personale dell’Asl è intervenuto in spiaggia per la rimozione della carcassa spinta in riva dalla corrente qualche giorno fa. Ancora da chiarire la natura dell’animale rinvenuto sul tratto di arenile libero, lato Giugliano. Per gli esperti potrebbe trattarsi, infatti, di un calamaro gigante ma la conferma arriverà soltanto nelle prossime ore. C’è chi non esclude possa trattarsi di un balenotto. La curiosità aumenta così come le ipotesi di chi si è ritrovato dinanzi alla drammatica scena.

L’INTERVENTO – I mezzi dell’azienda sanitaria locale hanno messo in sicurezza l’area e provveduto alla rimozione dei resti in putrefazione. «Le operazioni di questa mattina hanno evitato eventuali conseguenze più gravi e permesso ai presenti di riprendere la loro mattinata sulla spiaggia. Seppur non si conoscano ancora le cause che hanno portato alla morte dell’animale e il suo successivo arrivo sulla costa, rimuoverlo, e in tempi brevi, era in questo momento estremamente importante», ha fatto sapere il sindaco di Giugliano, Antonio Poziello.