QUARTO – Un nuovo smottamento ha di fatto portato alla chiusura di via Pisani, importantissima strada che collega la cittadina flegrea e Napoli. A rovinare sull’asfalto un fusto staccatosi dalla friabile parete della collina che sovrasta il tratto interessato dal cedimento. Notevole la quantità di terreno venuta giù, trascinando a poca distanza anche un palo della pubblica illuminazione. Ad intervenire la municipale del comando di via Catuogno.

LA POLEMICA POLITICA – In piena estate, la strada – che ricade nel territorio di competenza del Comune di Napoli – era stata chiusa proprio a causa di un altro smottamento. E non mancano le polemiche politiche. A sollevarle è il consigliere comunale di Palazzo San Giacomo Andrea Santoro (Fratelli d’Italia) «Dopo poche settimane dalla messa in sicurezza, ad opera della Italcementi che è proprietaria dei terreni, è nuovamente franato il costone dei Pisani, nel quartiere Pianura, bloccando nuovamente l’importante collegamento tra la città Napoli e la città di Quarto. Evidentemente i lavori fatti per mettere in sicurezza il costone, a seguito dei quali il tecnico di Italcementi aveva attestato l’eliminato pericolo (documentazione che intendo acquisire per eventualmente trasmetterla alla Procura della Repubblica di Napoli) erano inadeguati ed è gravissimo quanto nuovamente accaduto. Mi auguro che in questa occasione il Comune di Napoli intervenga in maniera molto più responsabile non limitandosi a chiudere le strade, come fatto in occasione della precedente frana, ma costringendo la proprietà dei terreni ad intervenire con una reale messa in sicurezza del costone, e soprattutto in tempi rapidissimi considerato che via Pisani costituisce una arteria di collegamento tra i due comuni di fondamentale importanza e che deve essere riaperta quanto prima».