QUARTO – Tutto da rifare per il ritorno delle strisce blu. E’ stata infatti annullata la gara d’appalto con la quale il servizio era stato affidato ad una ditta di Capua. A decretare lo stop quanto previsto dalle linee guida dell’Autorità nazionale anticorruzione, riguardo la separazione dei ruoli tra responsabile unico del procedimento e la direzione dell’esecuzione del contratto nei bandi superiori al mezzo milione di euro.

L’ERRORE DEL COMUNE – A Quarto la gara aveva un valore di oltre 4 milioni, ma i due ruoli erano stati affidati allo stesso soggetto. Secondo il cronoprogramma, il servizio sarebbe dovuto entrare in funzione a breve. Parcometri e tariffe avrebbe rivoluzionato la sosta in città, 11 anni dopo la decisione di abolire il servizio. L’idea di rispolverarlo era stata dell’amministrazione dell’ex sindaco Rosa Capuozzo nel 2016, soprattutto per risanare le casse comunali.

INSERITE NEL PIANO DI RIEQUILIBRIO – Il servizio, infatti, rappresentava una delle voci principali del Piano di riequilibrio che portò di fatto il Comune in pre-dissesto.  Vita per nulla facile quella della gara per l’affidamento delle strisce blu, alle prese con un primo stop nel gennaio scorso a seguito di un ricorso al Tar da parte di una impresa che aveva partecipato al bando. A luglio era poi arrivato l’affidamento, ma senza ancora alcuna firma sul contratto. Se ne discuterà, con prevedibili polemiche, nel prossimo consiglio comunale convocato per il 12 ottobre.