di pierno giuseppe (1)QUARTO – E’ finito nuovamente in carcere il “recordman” degli arresti Giuseppe Di Pierno, 44 anni, preso ieri dai carabinieri della tenenza di Quarto. L’uomo, che si trovava agli arresti domiciliari, è stato sorpreso a spacciare droga. I militari dell’arma – diretti dal tenente Leonardo Rosano – l’hanno sorpreso nel cortile della sua abitazione in via De Gasperi mentre cedeva un involucro a un giovane dopo aver ricevuto una banconota. I carabinieri hanno tentato di bloccare Di Pierno che si era rifugiato in casa lasciando cadere a terra una confezione di marijuana e una banconota da 5 euro. Dopo le formalità di rito attende la celebrazione del rito direttissimo.

ORDINI DI DROGA PER TELEFONO – Giuseppe Di Pierno finì in carcere nel febbraio del 2015. In quell’occasione, in seguito ad indagini svolte dai carabinieri e coordinate dalla Procura di Napoli fu scoperto che l’uomo, in concorso con due complici, a Quarto, su commissione telefonica, spacciava stupefacenti del tipo marijuana e hashish a giovani acquirenti del luogo.

GLI ARRESTI PRECEDENTI – Di Pierno finì in galera anche nel gennaio del 2015 per aver violato più volte gli arresti domiciliari. Mentre pochi mesi prima venne arrestato a Pozzuoli sempre dai carabinieri perchè sorpreso ad armeggiare nei presso di un’auto parcheggiata in via Napoli.