Il sindaco Antonio Sabino, insieme agli assessori Raffaella De Vivo e Angela Di Francesco e alla consigliera comunale Carandente

QUARTO – Il sindaco Antonio Sabino, insieme agli assessori Raffaella De Vivo e Angela Di Francesco e alla consigliera comunale Carandente hanno rappresentato il Comune di Quarto al World Tourism Event-Salone Internazionale del Turismo Unesco, in corso di svolgimento a Roma nella sede di Palazzo Venezia, per promozionare le bellezze storico-archeologiche dei Campi Flegrei e rilanciare con determinazione la candidatura di Quarto e dei Campi Flegrei nel patrimonio Unesco. «Nel mio intervento ho espresso l’orgoglio, in qualità di Sindaco, di rappresentare un territorio pieno di ricchezze paesaggistiche, di storia, di cultura, di sapori – dice il sindaco Antonio Sabino – I Campi Flegrei sono talmente unici che la loro unicità li candida naturalmente ad essere Patrimonio dell’Umanità, un patrimonio da conoscere e far conoscere con una promozione reale ed attiva».

LA PRIMA VOLTA – «Ecco perché sono qui. -prosegue Sabino- Per la prima volta Quarto partecipa ad una conferenza internazionale sulla valorizzazione turistica: è stata una grande occasione per far sapere a tutti quanto è bello e ricco il nostro territorio, ed io sono orgoglioso e felice di rappresentare la mia città e tutti i suoi cittadini. Ringrazio la Consigliera di Città Metropolitana Elena Coccia che con la sua azione è riuscita a coinvolgerci insieme agli altri comuni dell’area flegrea, l’Assessore De Vivo, l’Assessore Di Francesco, la consigliera Carandente e tutti gli altri consiglieri e assessori che lavorano quotidianamente per raggiungere questo obiettivo. Con gli altri sindaci si è creata una grande sinergia: abbiamo tanti progetti in cantiere e tanti che si stanno già concretizzando per fare in modo che la nostra terra sia conosciuta da un pubblico più vasto, in modo da poter progettare e realizzare un turismo culturale, sostenibile, accessibile e responsabile.
Da questo nascerà senz’altro un processo virtuoso che porterà il nostro territorio a crescere. Noi ci crediamo e realizzeremo questo sogno di inserire Quarto e i Campi Flegrei nel patrimonio Unesco».