Il luogo dell’incidente. Nel riquadro Vincenzo Pariota

QUARTO – Erano le 7.30 di questa mattina quando si è consumata la prima tragedia stradale del 2019 sul territorio flegreo. A perdere la vita è stato Vincenzo Pariota, operaio edile di 41 anni, residente a Villaricca e originario di Quarto. L’uomo era in sella al suo scooter Malaguti e stava percorrendo l’arteria di via Campana per raggiungere il posto di lavoro, una ditta di Quarto. Secondo quanto risulta da una prima ricostruzione fatta dagli investigatori, il 41enne avrebbe travolto un marocchino di 46 anni di Qualiano, che viaggiava su una bicicletta, per poi terminare la corsa contro un new jersey di cemento. Uno schianto fatale per il centauro. Vani i tentativi di rianimazione del personale del 118: i sanitari non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell’operaio. Pariota è morto sul colpo. Il 46enne marocchino, invece, è sbalzato dal sellino dopo l’impatto ed è precipitato sull’asfalto. Le sue condizioni non sono gravi. L’uomo è stato trasportato in ospedale e i ‘camici bianchi’ gli hanno diagnosticato alcune ferite guaribili in 8 giorni.

L’AUTOPSIA – Sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia municipale di Quarto e i carabinieri della locale tenenza. La dinamica resta al vaglio delle forze dell’ordine ai fini di fare luce sul drammatico impatto che ha strappato alla vita il manovale. L’arteria di via Campana è stata riaperta al traffico dopo i rilievi del caso. La salma dell’uomo è stata sequestrata e trasportata al Centro di Medicina legale del II Policlinico di Napoli: il pubblico ministero ha disposto l’autopsia. Solo dopo l’esame, il corpo sarà restituito ai familiari per l’ultimo saluto. Pariota lascia due figli e la moglie.