BOTTI VIDEO2
I poliziotti durante il blitz a Quarto

QUARTO – Oltre 7 quintali di fuochi d’artificio nascosti in un capannone e un’abitazione a Quarto. E’ quanto scoperto dalla Polizia di Stato di Napoli che ha denunciato due persone. Gli agenti sono intervenuti in Via Viticella, presso un capannone adibito ad officina per la lavorazione del ferro dove hanno sorpreso il titolare L.M. di 38anni e lo hanno denunciato per detenzione di materiale esplodente. L’uomo aveva accatastato tutti i “prodotti” proprio vicino agli attrezzi utilizzati per il suo lavoro sarebbe bastata una scintilla provocata dall’utilizzo del flex per innescare i 122 chili di massa attiva contenuta nei fuochi.

 

BLITZ IN APPARTAMENTO – Nella stessa strada, poco distante, i poliziotti, sono inoltre intervenuti in un appartamento sito al primo piano di uno stabile di 4 appartamenti dove, hanno sorpreso il proprietario S.T. di 70 anni, in possesso di materiale esplodente di diverso tipo, custodito nell’armadio della camera da letto, nella cucina e nel salone. Vere e propri ordigni artigianali detenuti senza nessuna misura di sicurezza tali da essere un pericolo per l’incolumità pubblica. Il 70enne è stato denunciato all’ Autorità Giudiziaria per detenzione di materiale esplodente.