QUARTO –  La Cisl Quarto, attraverso il responsabile Alfonso Coppola, ha chiesto al neo sindaco Antonio Sabino un incontro per discutere del servizio sanitario locale, in particolare della carenza di medici di famiglia e specialisti. «Esiste un rinnovato problema che bisogna trovare soluzione definitiva: la funzionalità della Sanità a Quarto. Infatti una nuova tegola sta per cadere sulla testa dei cittadini di Quarto, o per meglio dire ri-cadendo. -afferma Coppola nel sua nota- Da notizie ricevute e che appureremo come sindacato con incontri specifici, oltre al depauperamento di laboratori specialistici che starebbero sempre di più venendo a mancare, ora si sarebbe evidenziata anche la questione di mancanza dei medici di famiglia. Se così stanno le cose, la struttura Asl esistente sul nostro territorio ogni giorno che passa diventerebbe una scatola vuota. Vuoi per mancanza di medici specialistici, vuoi per mancanza di operatori sanitari. Non ci sarebbe sostituzione nè per gli uni che per gli altri. Stessa cosa con i medici di famiglia. Si avvicina per molti la data della pensione e dagli Enti preposti non ci sarebbero segnali di inserimento di nuove leve. Tema che da neo Sindaco, dovrà affrontare in tempi rapidi prima di ritrovarci di nuovo su questa questione, fuori tempo massimo. Ci rendiamo disponibili ad un confronto di merito.»