MONTE DI PROCIDA – L’esercitazione nazionale denominata Exe Campi Flegrei 2019 si svolgerà dal 16 al 20 ottobre, coinvolgendo i comuni della zona rossa flegrea. Un’occasione importante per testare quanto fin qui pianificato per il rischio vulcanico. A partire da ieri e fino a mercoledì 16 ottobre ottobre i volontari dell’Associazione Protezione Civile Falco di Monte di Procida raccoglieranno presso le abitazioni delle zone di censimento interessate dall’esercitazione le adesioni dei cittadini alla prova di evacuazione in programma per sabato 19 ottobre 2019. Le zone interessate sono via Panoramica (altezza Mickey Mouse – Ponte), via Panoramica I traversa, via Panoramica II traversa, via Roma (da Ponte a incrocio via Roma III traversa), via Roma III traversa, via Bellavista (lato piazzetta, dalla Chiesa di San Giuseppe al PalaPippo).

LA SIMULAZIONE – I cittadini potranno esprimere la propria disponibilità a partecipare alla prova di evacuazione sottoscrivendo il modulo che sarà consegnato a domicilio dai volontari. Saranno coinvolte fino ad un massimo di 165 persone, che la mattina di sabato 19 ottobre raggiungeranno a piedi l’area di attesa presso la Casa comunale in via Panoramica e da lì saranno trasferite via autobus, come da piano di allontanamento assistito, all’area di incontro di Giugliano, in via Ripuaria – Istituto Don Diana. Dopo aver incontrato una delegazione delle Regioni Gemellate Abruzzo e Molise, trattandosi di una esercitazione, non ci sarà il trasferimento nelle regioni, ma i cittadini saranno riaccompagnati a casa. Inoltre sabato 19 ottobre, dalle ore 9 alle ore 18, nell’area di attesa del Comune e nell’area di attesa di Cappella presso il parcheggio ASL tutti i cittadini potranno ricevere informazioni sul piano comunale di protezione civile e partecipare alla campagna nazionale “Io non rischio – Campi Flegrei” dedicata al rischio vulcanico, anche esprimendosi attraverso un questionario in merito alla modalità di allontanamento preferita, autonoma o assistita.