VARCATURO – Nell’ambito di un’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli Nord, i carabinieri della Compagnia di Giugliano hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un 21enne di Mondragone, accusato di due tentate rapine aggravate ai danni di due meretrici.
Nelle serate del 1 e 2 agosto scorso, nella zona industriale di Giugliano, l’uomo, con la scusa di voler consumare un rapporto sessuale, aveva chiesto alle due donne di appartarsi e poi aveva cercato di rapinarle dei soldi di cui erano in possesso. In entrambe le circostanze, seppur armato, la prima volta di un coltello da cucina e, la seconda, di un forchettone metallico, l’uomo non è riuscito nel suo proposito criminale poiché le vittime avevano iniziato ad urlare chiedendo aiuto ai passanti.

L’IDENTIKIT – Le indagini sono state condotte dai militari dalla stazione carabinieri di Varcaturo a cui le donne avevano denunciato tutto e a cui avevano dato precise informazioni circa quanto accaduto. La vittime, infatti, sono riuscite a fornire importanti dettagli sul responsabile delle azioni criminose, sulla vettura che era stata utilizzata – sul cui sedile posteriore vi era un seggiolone per bambini e che successivamente è risultata di proprietà della convivente dell’arrestato – e lo avevano riconosciuto in sede di individuazione fotografica, consentendo di costruire un particolareggiato quadro probatorio, avvalorato dal gip, che ha portato all’emissione del provvedimento cautelare.