poste1POZZUOLI – Aveva cercato di incassare 31mila euro tramite il versamento di un assegno falso, venendo poi scoperto ed arrestato dai carabinieri. Si tratta di Massimo Condemi, 45 anni, puteolano già noto alle forze dell’ordine. Con lui sono finiti in manette altre tre persone. Le accuse sono,avario a titolo, impiego di denaro di provenienza illecita, sostituzione di persona, falsa attestazione sulla propria identità a pubblica ufficiale e possesso di documenti di identificazione falsi.

DOCUMENTI FALSI – I militari del Nucleo radiomobile di Napoli notano i tre”complici” all’interno di un’auto parcheggiata a pochi metri dall’ufficio postale di via Formisano. Mentre li identificano, arriva Condemi il quale mostra una carta di identità con generalità false. I carabinieri effettuano immediatamente un controllo nell’ufficio postale e scoprono che poco prima il 45enne aveva versato un assegno da 31mila euro sul conto avente le stesse generalità indicate sulla carta di identità “tarocca”. Indosso gli trovano anche cinque patenti false, tessere sanitarie contraffatte e contenti per oltre 5mila euro.