POZZUOLI – La terra trema ancora a Pozzuoli. Nel corso della notte sono state registrate cinque lievi scosse di terremoto. L’evento più forte, segnalato dai sismografi dell’Osservatorio Vesuviano, è quello delle 4:57 con una magnitudo di 1.4 della scala Richter. Gli eventi tellurici sono iniziati alle 4:37 del mattino e hanno presentato come epicentro sia la zona del porto che l’area della Solfatara. Secondo il bollettino settimanale, a cura dell’Osservatorio Vesuviano, nella settimana dal 19 al 25 aprile sono stati registrati 70 terremoti di bassa energia nell’area dei Campi Flegrei.

LE DEFORMAZIONI – Dall’ultimo monitoraggio viene fuori che la velocità media del sollevamento da settembre 2020 è di 13±2 mm/mese. Il sollevamento registrato alla stazione GPS di RITE è di circa 73.5 centimetri da gennaio 2011. I flussi di CO2 dal suolo non hanno mostrato variazioni significative dopo la diminuzione dei valori registrata agli inizi di maggio 2020, probabilmente legata a variazioni locali del sito di emissione misurato dalla stazione. Il sensore di temperatura installato in una emissione fumarolica a 5 metri dalla fumarola principale di Pisciarelli ha mostrato un valore medio di ~99°C.