rapina-pistola-2POZZUOLI – Avevano messo a segno tre rapine in 15 giorni, sempre armati e in sella a una moto nera di grossa cilindrata. Un incubo per benzinai e negozi a cui hanno messo fine i carabinieri che hanno arrestato due giovani di Pozzuoli: si tratta di Aurelio Castellano, 23 anni, già noto alle forze dell’ordine e Salvatore Maiorano, 27 anni, incensurato. A rintracciarli nelle loro abitazioni sono stati i militari della stazione di Varcaturo che hanno eseguito nei loro confronti un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal Gip del Tribunale di Napoli nord per rapine aggravate in concorso.

LE RAPINE – I due sono stati incastrati dalle indagini svolte dai militari dell’arma che hanno accertato le loro responsabilità in merito a 3 rapine a mano armata, messe a segno tra il 13 e il 28 settembre ai danni di due distributori di benzina e un supermercato. Il primo colpo il 13 settembre scorso quando i due assaltarono il distributore di carburanti in via Ripuaria a Varcaturo, dove si fecero consegnare dal benzinaio l’incasso ammontante ad 750 euro. Otto giorni dopo toccò a un supermercato in via Domitiana, dove Maiorano e Castellano costrinsero il vicedirettore a consegnare l’incasso pari a 500 euro. Infine lo scorso 28 settembre quando rapinarono un altro distributore di carburanti: in quell’occasione si fecero consegnare dal benzinaio l’incasso ammontante a 500 euro.

LA MOTO NERA – Durante le indagini sono stati sequestrati alcuni indumenti indossati da Salvatore Maiorano e Aurelio Castellano durante le rapine e la moto Suzuky utilizzata per i tre colpi. Gli arrestati, dopo le formalità di rito, sono stati accompagnati nelle loro abitazioni agli arresti domiciliari a disposizione dell’autorità giudiziaria.