Le auto in circolazione nella periferia di Pozzuoli

POZZUOLI – Almeno sei auto diverse utilizzate come taxi abusivi. Quasi tutte senza assicurazione e senza revisione, che girano per le strade di Licola Borgo come se nulla fosse. Via dei Platani, lo spazio davanti al passaggio a livello, l’area di servizio lungo la Domitiana e la fermata della Circumflegrea di Licola sono i centri di maggiore raccolta di immigrati, che ad un costo che si aggira tra uno e due euro vengono trasportati lungo la tratta compresa tra Licola a Pescopagano. Nonostante i controlli e i sequestri effettuati nei mesi scorsi da parte delle forze dell’ordine il fenomeno, gestito dalla mafia nigeriana, non sembra scemare. Anzi. Sembrano aumentati i veicoli che gestiscono il servizio illegale, potenzialmente pericoloso per i passeggeri ma anche per gli automobilisti visto che, oltre alle auto fatiscenti, i conducenti sono persone che non hanno alcun tipo di abilitazione per il trasporto di persone.

IL FENOMENO – Ford Focus, Kia station wagon, Ford Fiesta e Mitsubishi sw sono solo alcuni dei veicoli che in questi giorni si vedono circolare per le strade di Licola Borgo. Il punto di partenza è la stazione, dove sono incolonnati a mo’ di taxi in attesa dei passeggeri. Tra questi, nei giorni scorsi, era stata notata anche la Lancia Y che domenica ha travolto e ucciso lungo la Domitiana un 28enne di Bacoli. Anche questo veicolo viaggiava senza assicurazione e senza revisione.