POZZUOLI – C’è anche un 23enne del Benin arrestato durante l’operazione anti droga che ha portato in carcere il 24enne Sandrino Castellano, pusher che gestisce la piazza di spaccio di Licola Mare. I due sono stati arrestati dai finanzieri della Compagnia di Pozzuoli che hanno sequestrato 1,3 kg di droga tra cocaina, marijuana, hashish e la “droga dello stupro”. Ad incastrarli è stato un continuo andirivieni tra la piazza di spaccio di via Del Mare ed un casolare abbandonato a Pozzuoli che ha insospettito i militari, i quali hanno sottoposto a controllo Sandrino mentre era a bordo della propria auto, trovandogli addosso diverse dosi di cocaina e 490 euro in contanti, mentre nel bagagliaio un proiettile calibro 9.

LA DROGA – Nel corso della successiva perquisizione del casolare sono stati poi sequestrati 646 grammi di hashish, 516 di cocaina, 150 grammi di shaboo (droga dello stupro) e 12 di marijuana nella disponibilità di un cittadino africano 23enne del Benin. Sono stati sottoposti a sequestro anche il materiale e la strumentazione destinati alla preparazione delle dosi, come bilancini, taglierini, bustine.