Le auto parcheggiate all'uscita del Parco Di Bonito complicano l'immissione in strada
Le auto parcheggiate all’uscita del Parco Di Bonito complicano l’immissione in strada

POZZUOLI – Via Solfatara, “Parco Di Bonito” e “Parco D’Isanto” ostaggi della sosta selvaggia. È una lotta ormai quotidiana tra i residenti di questa porzione di “Pozzuoli alta” e gli automobilisti che, per la loro “sosta veloce”, parcheggiano le auto in maniera non certo ortodossa. Veicoli fermi costantemente sulle strisce gialle e in sosta selvaggia che vanno a chiudere ogni visuale a coloro che escono dai vicoli per immettersi sulla strada principale. Un problema ormai atavico che sembra non trovare soluzione, complice l’assenza di controlli più volte denunciata dai residenti.

LA CIRCOLAZIONE – La sosta selvaggia in questa zona di Pozzuoli non è un problema che affligge solo i residenti, ma si ripercuote su tutta la circolazione in città, causando numerosi momenti di criticità. Come nel caso degli autobus di linea che sono costretti a fermarsi quasi a centro strada o delle auto che escono dai parchi e che per immettersi su via Solfatara devono “scollinare” le auto in sosta, specialmente nelle ora di punta, trasformando questo tratto di strada in inferno per gli automobilisti. Tutto ciò verrà amplificato nelle prossime ore con l’apertura delle scuole, previsa per lunedì. Negli orari di entrata ed uscita delle scuole infatti non solo aumenterà la sosta selvaggia ma soprattutto il flusso di veicolo sulla strada, bloccando di fatto tutto il tratto di strada che va dalla rotonda del Carmine fino alla Solfatara.

LE FOTO