POZZUOLI – Riceviamo e pubblichiamo da un gruppo di residenti di Via Solfatara.

L’APPELLO – Gentilissimo Sindaco Figliolia, Siamo un gruppo di cittadini residenti a via Solfatara, non è la prima volta che lanciamo un allarme in merito alla drammatica situazione con cui conviviamo da anni ma, fino ad ora, non siamo stati ascoltati. Sappiamo bene che è un momento delicato, ma saprà bene che sono anni che chiediamo una manutenzione che dovrebbe essere ordinaria diventata ormai un’impresa straordinaria. Alcuni di noi si sono messi in contatto con lei, perché il lockdown ha peggiorato marcatamente la situazione e chiediamo urgentemente la vostra assistenza. Sappiamo bene che è un periodo difficile e quanto sia impegnato per il bene di tutti e per questo prima di tutto vogliamo ringraziare lei e i tanti che lavorano in questo momento di emergenza. Da sempre abbiamo sentito il dovere di rispettare tutte le regole imposte alla comunità e di collaborare per il bene comune e dunque siamo rimasti a casa, il problema è che nel nostro caso non ci viene permesso di stare sicuri e tranquilli a casa nostra!

Come sa bene, da alcuni anni le nostre case sono soggetti a terremoti continui a causa della strada dissestata e malgrado i tanti appelli, lettere e richieste di aiuto nulla è cambiato. Questa emergenza rallenterà ancora di più questo processo e non siamo qui a chiedere nulla se non il rispetto della legge perché da quando ci sono le misure imposte dal governo per contenere la pandemia, via Solfatara è diventata una pista di formula 1 e noi non possiamo dormire e dobbiamo vivere come se ci fosse un terremoto 24 ore al giorno. Questo, unito allo stress per la situazione generale ci sta portando ad un crollo psicologico, e la paura che questo porti ad un peggioramento della tenuta dei nostri palazzi aumenta di giorno in giorno. I principali colpevoli dei tremori continui sono il manto stradale rovinato e i mezzi pesanti come i pullman e i camion che non rispettano i limiti di velocità (il limite è a 30 km/h) ma anzi corrono sulla strada ad una velocità anche doppia del limite consentito.
Ci domandiamo, in un periodo in cui sono chiesti alla comunità sacrificio e rispetto delle regole è fondamentale secondo lei è normale che chi fornisce un servizio pubblico e dovrebbero rispettare per primo la legge non è capace di rispettare un semplice limite di velocità? Noi crediamo di no!

Abbiamo aspettato tanto e sappiamo che aspetteremo ancora per i lavori ma siamo veramente stanchi, stressati e non possiamo dormire. Sappiamo bene il sacrificio dei tanti che in questo momento lavorano nel pubblico e non vorremmo che per colpa di pochi i tanti diligenti vengano oscurati e denigrati ma questa situazione deve essere risolta. Non si può chiedere di rispettare misure così ferree ai cittadini e poi vedere tanto poco rispetto da chi fornisce un servizio pubblico. Chiediamo nuovamente il suo aiuto per una risoluzione rapida almeno di questo problema, e che in attesa dei lavori vengano rispettati i limiti, perché molti di noi sono stremati e non vogliamo che una situazione già drammatica e stressante non porti a crolli psicofisici o peggio crolli di altra natura. Il rispetto di un limite di velocità non ci sembra una richiesta complicata da esaudire quindi la preghiamo per un intervento veloce e risolutivo.