POZZUOLI – Trascorrerà l’intero periodo delle festività natalizia in carcere il 30enne che nella notte tra mercoledì e giovedì scorsi ha tentato di sfondare l’ingresso a vetri di un negozio di articoli per fumatori. Lo ha deciso il giudice al termine del processo che lo ha giudicato con il rito direttissimo, stabilendo gli arresti domiciliari fino al prossimo 5 gennaio per Teddy Tecle, uomo di origini eritree su cui grava l’accusa di tentato furto.

IL TENTATIVO DI SFONDAMENTO – E’ stato bloccato dagli agenti del commissariato di polizia di piazza Italo Balbo, giunti in vie Pergolesi, dopo essersi liberato di un manubrio da palestra del peso di 5 chilogrammi. Con il pesante attrezzo, Teddy Tecle aveva poco prima danneggiato l’ingresso dell’esercizio commerciale in più punti, senza tuttavia riuscire nell’intento di penetrarvi all’interno.

DANNI INGENTI AL NEGOZIO – Inutile il tentativo di disfarsi dell’attrezzo utilizzato per lo scasso, messo in atto all’arrivo degli agenti. Teddy Tecle, tra l’altro, sarebbe un assiduo frequentatore della zona, in particolare del tratto di via Pergolesi noto come “via nuova”. Secondo i gestori del negozio, i danni ammontano almeno a 3500 euro.

PONY-EXPRESS DELLA DROGA – L’anno scorso Teddy Tecle venne arrestato dopo un blitz della polizia. Nel baule del suo scooter vennero trovate diverse dosi di cocaina e hashish, mentre in casa aveva un coltello ancora sporco di “fumo” e un bilancino di precisione.