POZZUOLI – Una rete di pc collegati alla rete, lontani dai riflettori dell’AAMS e utilizzati per scommettere sugli eventi sportivi del giorno. Nessuna autorizzazione, in un locale dove veniva offerto anche un servizio bar senza licenza. La scoperta è stata fatta via Tito Livio, al Rione Toiano, dove i carabinieri della stazione di Pozzuoli hanno denunciato il titolare, un 45enne del posto già noto alle forze dell’ordine. Nei guai sono finiti anche 3 clienti, sorpresi dai militari mentre giocavano a carte nel circolo, scommettendo denaro. L’attività è stata sequestrata.