Foresta di Cuma
Foresta di Cuma

POZZUOLI – Brucia ancora la Foresta di Cuma. L’ennesimo rogo tossico ieri, poco dopo le 15, quando montagne di copertoni d’auto e rifiuti sono stati dati alle fiamme. In pochi minuti una grossa nube di fumo, visibile a chilometri di distanza, ha infestato l’aria. Non ci sarebbero dubbi sulla matrice del rogo: ad appiccare il fuoco ancora una volta sono state mani criminali che da tempo stuprano il territorio. Appena qualche giorno prima attraverso il nostro giornale era arrivata la denuncia di Umberto Mercurio, presidente del Comitato Riqualificare Licola, che aveva segnalato la presenza di montagne di copertoni d’auto e di rifiuti di ogni genere tra la vegetazione.

Foresta di Cuma
Foresta di Cuma

L’INCENDIO – Alle fiamme sono stati dati tre cumuli di rifiuti in via Vecchia Cuma Licola. L’incendio è stato domato solo grazie all’intervento dei vigili del fuoco. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri della stazione di Licola, diretti dal maresciallo Pietro Di Stasio, che hanno sottoposto a sequestro 3 piccoli appezzamenti di terreno. Nell’area ora si attende l’arrivo dell’Arpac per la caratterizzazione dei rifiuti che successivamente saranno rimossi dal comune di Pozzuoli in quanto rifiuti speciali. L’epiosodio è l’ennesimo che va in scena in una zona da tempo tartassata da sversamenti e roghi di rifiuti.

LE FOTO