pozzuoli
Il pescato di Pozzuoli tra i migliori in Europa

POZZUOLI – Pozzuoli è il polo strategico, tra i più grandi di Europa, nel settore della pesca. A confermarlo i numeri del Consorzio Pescato Campano e la presenza del Mercato ittico all’ingrosso. Sono stati pubblicati sul sito www.pescatocampano.it i dati del Consorzio Pescato Campano relativi alle imbarcazioni che ormeggiano o sbarcano al porto di Pozzuoli. Il sito ha censito le 44 imbarcazioni flegree che aderiscono al Consorzio e che effettuano pesca di circuizione, a strascico e di posta.

 

NUMERI DA PRIMATO – Si calcolano in 148 gli occupati ai quali va aggiunto l’indotto: si stima almeno altre 300 persone. Almeno dieci imbarcazioni hanno un fatturato di 900mila euro all’anno e impiegano a bordo fino a 9 persone. Il fatturato totale delle imbarcazioni supera gli 11milioni di euro a cui si devono aggiungere altri 14milioni tra indotto e filiera commerciale.

 

PRODOTTI MIGLIORI NEL MONDO – «Con la crisi economica che sta attaccando ogni settore produttivo possiamo dire che la pesca è un settore che non soffre – dice Fulvio Giugliano, presidente del Consorzio pescato Campano – e in questi anni ha garantito occupazione e standard di eccellenze che possono competere con le marinerie di tutto il Mediterraneo e dell’Europa. I nostri prodotti sono tra i migliori dei mercati mondiali. Questo settore ben si lega anche allo sviluppo turistico del territorio: la pescaturismo e l’ittiturismo, nonché le tradizioni gastronomiche e culturali legate al mare rappresentano ulteriori opportunità di offerta turistica. Ora però è necessario fare di più e per garantire quello che c’è e per consentire alle giovani generazioni di scoprire i vantaggi e le occasioni offerte dalla pesca. La Regione Campania sta lavorando per una legge quadro necessaria per regolamentare il settore e nelle prossime settimane ci saranno novità per il riassetto del sistema portuale a Pozzuoli che garantisca il potenziamento del comparto e il rispetto delle risorse ittiche».