POZZUOLI – Quattro persone arrestate e due denunciate dai carabinieri della sezione operativa di Pozzuoli per aver realizzato una centrale di spaccio all’interno di un’abitazione che sorge in un parco privato in via “Contrada La Schiana”. Lo spaccio avveniva anche attraverso le grate della recinzione del complesso residenziale, dove nei giorni scorsi erano stati notati strani movimenti. Durante la perquisizione i carabinieri hanno trovato 12 grammi di cocaina pura, 12 dosi della stessa sostanza già “tagliata” e pronte per essere vendute, 23 stecche di hashish, una dose di marijuana, un bilancino di precisione e alcuni fogli di quaderno sui quali vi erano scritti soldi incassati e dati relativi alla contabilità della piazza di spaccio. Inoltre sono state sequestrati 500 euro (somma ritenuta l’incasso della serata), un impianto di videosorveglianza con quattro telecamere collegate, un telefono cellulare e 5 smartphone utilizzati per avere contatti con i clienti e prendere gli ordinativi di droga attraverso messaggi Whatsapp e Telegram.

Antonietta D’Isanto

I NOMI – Gli arrestati sono: Salvatore Fierro, 47 anni; della moglie Patrizia Imperatore, 48 anni; del figlio dei due, Ciro Fierro, 26 anni e dell’amica di quest’ultimo, Antonietta D’Isanto detta “Tonia” 25 anni, già nota alle forze dell’ordine. Padre, madre e figlio sono incensurati e disoccupati. Due le persone denunciate in stato di libertà per gli stessi reati: Q.N., 29 anni e T.L., 17 anni.