L'impianto di depurazione di Cuma - Licola
L’impianto di depurazione di Cuma – Licola

POZZUOLI – Un volo di circa sei metri e un violento schianto al suolo dopo che il carrello-gru sul quale stavano lavorando si era ribaltato. Per quel terribile incidente, accaduto all’interno dell’impianto di depurazione di Cuma, due operai finirono al pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli e al San Paolo di Fuorigrotta. Ora la Procura vuole vederci chiaro e nei prossimi giorni invierà un pool di tecnici nominato appositamente per far luce sulla vicenda. Tutto è partito in seguito alla denuncia dell’incidente, che per fortuna non ha avuto gravi conseguenze, ma che ha spinto i magistrati napoletani ad aprire un fascicolo per indagare su eventuali responsabilità in merito a quanto accaduto. Nelle prossime ore infatti potrebbero esserci degli indagati in merito alla vicenda avvenuta il 2 ottobre scorso: l’ipotesi di reato prefigurata è di lesioni colpose.

L’INCIDENTE – Uno schianto al suolo terribile, spaventoso ma per fortuna senza gravi conseguenze. G.C. 61 anni e G.S., 70 anni, entrambi residenti a Napoli, precipitarono da un’altezza di sei metri dopo che il carrello gru sul quale stavano lavorando si era ribaltato. Immediati furono i soccorsi: i due furono trasportati presso l’ospedale “Santa Maria delle Grazie” e l’ospedale “San Paolo” di Napoli. Per entrambi i bollettini parlava di prognosi riservata,  ma da subito furono considerati fuori pericolo. Il fatto si verificò intorno alle 17 all’interno della struttura che sorge nella frazione di Licola. I due operai del locale impianto di depurazione erano impegnati in un’ attività manutentiva quando, a causa del ribaltamento del carrello-gru su cui erano posizionati, precipitarono al suolo da un altezza di circa sei metri. Uno schianto violento che faceva temere il peggio. Subito raggiunti dai colleghi accortisi dell’incidente, i due operai vennero soccorsi sul posto da personale sanitario del 118 e trasferiti presso le due strutture ospedaliere.
Nuviana Arrichiello
Preoccupanti in un primo momento le condizioni del 70enne giunto al nosocomio napoletano in stato confusionale con apparente trauma cranico e toracico. Sul posto anche i poliziotti del Commissariato di Pozzuoli diretti dal vice Questore Pasquale Toscano che avviarono indagini per appurare eventuali responsabilità. Il carrello-gru utilizzato dai due operai fu – come da prassi – sottoposto a sequestro.