Vincenzo Figliolia

POZZUOLI – Salta il Consiglio comunale a Pozzuoli per mancanza del numero legale. L’assise prevista per le 10 di questa mattina, è andata deserta, a causa dell’assenza di ben 14 consiglieri comunali. Insieme agli otto dissidenti (De Simone, Sebastiano, Manzoni, Amato, D’Orsi, Caiazzo, Testa e Villani) e ai quattro di opposizione (Critelli, Postiglione, Giacobbe e Caso) a far saltare il consiglio sono state fatali le assenze di altri due membri della maggioranza ovvero Gennaro Pastore e Paolo Tozzi.  All’ordine del giorno vi erano due variazioni di bilancio, 25 punti tra cui una lunga sere di debiti fuori bilancio, l’osservatorio sulla criminalità, due interrogazioni. Una crisi profonda che si protrae da tempo e che sembra diventare sempre più ingestibile.

DIMISSIONI – Dure sono state le reazioni da parte dell’opposizione consiliare «È da poco andato deserto il Consiglio Comunale di Pozzuoli per mancanza di numero legale -ha affermato Pasquale Giacobbe, consigliere di Forza Italia- Ancora una volta si evince una Maggioranza litigiosa ed incoerente che non tiene conto dei problemi della città. Il Consiglio comunale di oggi non viene tenuto per interessi di parte e meramente personali. Forza Italia, che Io rappresento in Consiglio Comunale, denuncia questo comportamento e spera che i cittadini prendano atto di questi comportamenti, di questa “pseudo maggioranza”, che non fanno bene “al bene comune” della nostra Città.» Duro anche Antonio Caso del Movimento 5 Stelle «Ancora una volta la “Maggioranza” Figliolia non ha i numeri. Questa è la loro politica, questo è il loro modo di “governare” la Città. Cari Cittadini, siamo in ostaggio, siamo nelle mani di chi blocca la Città per giochetti politici.» Infine Raffaele Postiglione di Pozzuoli Ora! «A solo un anno dalle elezioni il Consiglio Comunale salta per mancanza del numero legale: solo 9 i presenti sui 19 consiglieri di maggioranza. Loro litigano e a perdere è ancora una volta la Città!»