di Angelo Greco

Il presidente Gennaro Capuano
Il presidente Gennaro Capuano

POZZUOLI – Sette giorni e si potrà dire finita l’esperienza dalla Puteolana 1902 nata tre anni fa dal trasferimento a Pozzuoli dell’Internapoli di Di Marino. Ad annunciarlo, in esclusiva a Cronaca Flegrea, è Gennaro Capuano attuale deus ex machina granata: «Se entro 7 giorni non trovo nessuno che mi darà una mano io mollo, sono disposto anche a regalare il titolo a chi voglia fare calcio a Pozzuoli, ma io da solo non ho la forza di andare avanti. Lo scorso anno già mi sono impegnato ben oltre le mie possibilità, facendo anche delle brutte figure. Purtroppo devo registrare che dalla fine del campionato ad oggi nessuno mi si è avvicinato e dunque non posso che trarne le conclusioni: sette giorni e poi valuterò cosa fare del titolo».

 

QUESTIONE STADIO – Il presidente della Puteolana 1902 passa poi a parlare del bando per la gestione del Conte: «Ho sempre detto che con l’assegnazione del Conte, qualora ce lo fossimo aggiudicato noi come Puteolana, avremmo potuto pensare di continuare, ma ormai siamo andati oltre con i tempi e, se paradossalmente il bando uscisse ora, sarebbe per me impossibile programmare. Dalla data di uscita del bando ci vorrebbero almeno 2 mesi per l’apertura delle buste, poi ci potrebbero essere gli eventuali ricorsi, senza contare poi i lavori da fare». Dunque il bando sarebbe stato utile ai granata solo se fosse uscito entro la fine di gennaio. In pratica il concetto espresso da Capuano è: o un socio o la gestione (certa) del Conte.

 

IL DESTINO DEL TITOLO – Se, come preventivabile, questi 7 giorni passeranno senza un nulla di fatto che fine farà il titolo dei granata? Una voce insistente vuole il ritorno del titolo sui Camaldoli, essendo ancora Di Marino il proprietario del titolo. Questa opzione potrebbe essere valida come ultima ratio: cioè nessuno vuole fare calcio a Pozzuoli, nessuno vuole portare il titolo altrove e dunque Di Marino potrebbe fare nuovamente calcio a Napoli. Il problema è che un titolo di Eccellenza non è molto appetibile, inoltre sono da valutare possibili sanzioni in termini di penalizzazione di punti che potrebbero arrivare per responsabilità oggettiva dalle indagini “Dirty Soccer”. L’unica cosa certa  è che, purtroppo, questa nuova esperienza della Puteolana 1902 sia destinata a morire.