Primo giorno di saldi a PozzuoliPOZZUOLI – Commercianti contro il sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia. Lo fanno attraverso il rappresentante di Confartigianato Area Flegrea, Gianluigi Valente, che conta oltre 100 iscritti. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la decisione di chiudere i mercati rionali nella giornata di ieri per “risparmiare il costo del servizio straordinario degli addetti ai lavori comunali, che sarebbe stato superfluo considerando la richiesta minore della platea, data la particolare data” – come ha affermato lo stesso primo cittadino attraverso la propria pagina Facebook. Sindaco che nell’ultimo rimpasto di Giunta ha mantenuto la delega al Commercio, per tre anni e mezzo nelle mani dell’ex assessore Carlo Morra.

figlioliaNESSUNA PROGRAMMAZIONE – Valente parla di una situazione “disastrosa” del commercio nostrano, “messo in ginocchio da una mancanza di una seria programmazione”. «Non abbiamo bisogno di spot come l’arrivo di mezza nave da crociera o un veglione di Capodanno – afferma il rappresentante dei commercianti – Dietro al successo di un marchio deve esserci un prodotto qualificato e non una serie di iniziative frastagliate».

valenteLE ACCUSE – «Figliolia prima di essere sindaco è stato segretario di partito, consigliere di opposizione e prima ancora è stato sindaco. E’ vero che non aveva la bacchetta magica ma in 3 anni e mezzo cosa ha fatto per rilanciare un commercio locale già in ginocchio? L’abbattimento delle vetrine?. – aggiunge ironicamente Valente – L’esempio di un commercio messo in ginocchio arriva dalla desolazione che si è vista nel periodo natalizio, figlia di una mancata programmazione, di un piano parcheggi inesistente e di una mancata pubblicità al di fuori del territorio delle cose fatte in città. Scelta sbagliatissima è stata anche di non puntare sui mercatini artigianali. Vogliamo poi parlare dei mercati, di quello che è successo ieri a Monterusciello e Toiano? Ora basta stare zitti, Pozzuoli ha bisogno di un rilancio serio, non basta una nave da crociera o un veglione come quello di quest’anno per dire: ecco, noi ci siamo». 

MARCHIO FLEGREO – «Tre anni e mezzo fa, e non oggi, si doveva iniziare a scegliere già cosa fare per i parcheggi (piano parcheggi). – prosegue il rappresentante di artigiani e commercianti – Si dovrebbe pubblicizzare di più quali sono le iniziative che si fanno in città, non è possibile avere per 6 mesi affissi nella nostro paese i manifesti della sagra del cinghiale che si fa a Trentola e non riuscire a pubblicizzare neanche Avitabile a Monterusciello. E poi vogliamo rilanciare il quartiere di Monterusciello? Il piano commercio quando lo discuteremo? Cosa ha fatto quest’amministrazione a favore del commercio, il piano vetrine? Di cosa vogliamo parlare, dei lavori di PIU Europa completati, del Rione Terra che sarà ma non oggi perché al momento nessuno sa cosa dovrà diventare, il traino di non sappiamo cosa? O del senso unico fatto da via Napoli a salire? Il sindaco ci illumini».