La dottoressa Adele Munaretto

POZZUOLI – Il centro Metis di Pozzuoli, operativo da circa dieci anni, è pronto a riaprire le porte e ad accogliere i suoi piccoli pazienti tra due settimane. Le responsabili della struttura, le dottoresse Adele Munaretto e Valentina Cosentino, si stanno riorganizzando in modo che i bambini possano riprendere la terapia logopedica e i percorsi psicoterapeutici in tutta sicurezza. «Siamo chiusi da due mesi e abbiamo intenzione di aspettare altre due settimane prima di riprendere la nostra attività. Nel corso di queste giornate ci siamo rivolti ad un tappezziere di Arco Felice che sta realizzando mascherine colorate e trasparenti per i piccoli e abbiamo anche acquistato visiere variopinte per le nostre terapiste in modo da rallegrare i nostri pazienti e offrire loro uno scenario meno duro – ci racconta la dottoressa Munaretto che si occupa di pazienti con difficoltà di linguaggio, lettura e scrittura – I bambini non si incontreranno all’interno del centro in quanto procederemo con singoli appuntamenti».

VERSO LA RIAPERTURA – La prossima settimana il centro Metis sarà anche teatro di una sanificazione. «Siamo in contatto quotidiano con le mamme; in questi giorni abbiamo potuto far esercitare i bambini mediante la teleriabilitazione, ma tra due settimane il centro sarà in grado di accogliere i piccoli in totale sicurezza. Prima di entrare nella struttura, ogni bambino sarà sottoposto anche al controllo della temperatura corporea», conclude la dottoressa Munaretto. Il messaggio che parte dal centro Metis è chiaro: ripartire è possibile.