POZZUOLI – L’aumento improvviso della bolletta di telefonia fissa è uno dei peggiori incubi per i consumatori. Ed è proprio con la scusa della rimodulazione ai contratti che alcuni truffatori stanno contattando decine e decine di cittadini. La vicenda è avvenuta anche a Pozzuoli: da un capo del telefono un 40enne del posto, dall’altro una donna che ha affermato di essere un’operatrice di un noto gestore di telefonia. La finta impiegata ha paventato aumenti della bolletta. «Presto le aumenteranno la bolletta di telefonia fissa. Le consigliamo di attendere tre giorni: riceverà una telefonata con cui potrà attivare una vantaggiosa promozione con un nuovo gestore telefonico», le parole proferite dalla donna. Il modus operandi dei falsi call center è quasi sempre lo stesso: con poche parole si prova ad ingannare i clienti che, temendo la rimodulazione imminente del contratto su rete fissa, assecondano le richieste dei truffatori.

IL RAGGIRO – Ai consumatori viene infatti proposto il cambio di gestore telefonico e una promozione più conveniente rispetto a quella sottoscritta con l’operatore corrente. Il 40enne di Pozzuoli non è però caduto nella trappola ed ha subito contattato il servizio clienti del proprio gestore telefonico, chiedendo informazioni sulle presunte rimodulazioni e segnalando il tentativo di frode. Un fenomeno alquanto dilagante in quanto i casi denunciati sono davvero tanti. Nelle ultime settimane le compagnie telefoniche si sono infatti attivate per rintracciare i responsabili di tali truffe.