di Gennaro Del Giudice

L'auto della Municipale all'esterno degli uffici del Comune di Pozzuoli
L’auto della Municipale all’esterno degli uffici del Comune di Pozzuoli

POZZUOLI – Fogli di presenza passati ai “raggi x” e controlli sull’autenticità delle firme di oltre 300 dipendenti del comune di Pozzuoli. Blitz della Polizia Municipale ieri mattina all’interno degli uffici comunali dopo una denuncia alla Procura della Repubblica. I caschi bianchi, diretti dal comandante Carlo Pubblico, nella mattinata di mercoledì hanno effettuato accertamenti presso gli uffici centrali al Rione Toiano e gli uffici distaccati nel quartiere di Monterusciello.

 

DENUNCE IN ARRIVO – Stretto riserbo da parte degli inquirenti sull’esito dei controlli, ma da quanto trapelato, sui 300  dipendenti (dei 1.050 in organico al comune di Pozzuoli) una decina di essi durante il blitz dei sarebbero risultati lontani dal lavoro nonostante la firma della firma apposta sui fogli di presenza giornaliera. «Siamo ancora in fase di indagine. Ciò che posso dire è che si è trattato di un controllo generalizzato alla centrale e agli uffici periferici in seguito a una denuncia» – si è limitato a dire il comandante della Municipale Carlo Pubblico.  Un via vai di uomini in divisa durato fino alla tarda mattinata, con decine di fogli che sono stati acquisiti e inseriti nei fascicoli d’indagine. «Intorno alle undici sono venuti gli agenti e ci hanno chiesto di firmare i fogli di presenza già firmati all’ingresso – racconta un dipendente comunale – dopodiché hanno fotocopiato e portato via tutto».