POZZUOLI – Una telecamera ha ripreso il drammatico incidente stradale che è costato la vita a Giuseppe De Simone, il 49enne morto una settimana fa in seguito a un incidente stradale. La tragedia è avvenuta in via Saba a Monterusciello, nel quartiere dove l’uomo viveva con la moglie e le sue due figlie. De Simone venerdì scorso si trovava in sella a uno scooter quando, nei pressi dell’isola ecologica di via Saba, si è scontrato con l’auto guidata da L.B., 31enne nipote del boss Gennaro Longobardi. Quest’ultimo dopo lo schianto è scappato con l’auto danneggiata lasciando a terra la vittima. Poi, dopo due ore di fuga, si è costituito presso il comando di Polizia Municipale di Pozzuoli. E’ accusato per il momento di omissione di soccorso e fuga.

LA TELECAMERA – La scena dell’incidente è stata ripresa da una telecamera installata in zona: dalle immagini si vedrebbe l’automobile, salire verso via Saba senza fermarsi allo stop prima di impattare con il mezzo che procedeva in direzione opposta. Frame video in possesso della squadra di polizia giudiziaria della municipale di Pozzuoli -diretta dal comandante Silvia Mignone- che sono stati inseriti nel fascicolo aperto dalla Procura di Napoli e che nelle prossime ore potrebbero far scattare l’accusa di omicidio stradale nei confronti dell’uomo. L’impatto tra i due mezzi è stato violentissimo, a tal punto da mandare in frantumi il vetro del parabrezza della vettura, rinvenuta due ore dopo tra i palazzi popolari dei “600 alloggi”, a quasi un chilometro di distanza dal luogo dell’incidente.